A Muso Duro, Cio.Fé.Ca, Ferrara in comune

Gli asini volano, e i buchi neri?

10 Apr , 2019  

Questo articolo è in divenire continuo e ha come oggetto il bilancio di fine mandato 2014-2019 che il Sindaco di Ferrara Avv. Tagliani e la sua attuale giunta hanno presentato al pubblico il 4 aprile 2019.

Ho letto il documento e ho letto i giornali e i media che hanno messo in luce i toni trionfalistici con cui questo bilancio è stato presentato:
estense.com: Tagliani tira le fila di dieci anni al governo: “Città cambiata in meglio”
la Nuova Ferrara: Tagliani: Ferrara è ripartita Più forte di crisi, sisma, Carife
Cronaca Comune: “Bilancio di fine mandato 2014/2019”

L’unico aspetto positivo, al netto dei molti errori di digitazione, è la grafica piacevole e accattivante mentre i contenuti sono in linea con la metafora di chi “crede che gli asini volino e lascia l’asino terrestre (il cittadino) a ragliare ai buchi neri”.

Ma iniziamo a sfogliare questo documento:

Copertina – BILANCIO DI MANDATO – 2014 | 2019 Tagliani ha governato in continuità per 10 anni!
Sarà difficile dimostrare il contrario a meno di preoccupanti sdoppiamenti di personalità quindi questo è un bilancio di 10 anni di governo della città di Ferrara con relativo excursus alla presidenza della provincia:
Pag. 2

Lettera del Sindaco
Pag. 3


Componenti attuale giunta.
Meglio soprassedere e passare oltre.
Pag. 4

Ferrara città partecipata:

come abbiamo condiviso le scelte con i cittadini

Pag. 5 6 7

Cosa abbiamo fatto
Ferrara città partecipata?
Un vero peccato che nessun cittadino si sia accorto di partecipare!
Forse sarebbe più appropriato definirla: Città spartita… con i soliti metodi e nulla di nuovo sotto il sole!
Molte delle cose elencate sono solo buoni propositi e nulla di più e quasi sempre condivise con pochi e con i soliti protagonisti.
Pag. 8

Ferrara, città delle persone:

come abbiamo aiutato i cittadini in difficoltà

Pag. 9 10 11
Cosa abbiamo fatto
La caratteristica di queste operazioni è più simile ed attiene di più all’atteggiamento delle “fritture di pesce”alla De Luca distribuite in modo caritatevole.

Troppo spesso  nelle pieghe di questi provvedimenti si nasconde la negazione di diritti personali ed individuali che sono virtualmente riconosciuti dalla costituzione stessa come patrimnio irrinunciable di ogni cittadino.
Pag. 12

Ferrara città dei bambini:

come abbiamo lavorato con le famiglie per i loro ragazzi

Pag. 13 14 15

Cosa abbiamo fatto
Premesso che confondere ed abbinare i bambini coi ragazzi è un equilibrio lessicale per decretare che di fatto per i ragazzi non si è fatto nulla.
Se Ferrara ha un bassissimo indice di natalità e un imperante invecchiamento della popolazione uno o più motivi sicuramente ci sono.
L’autoreferenziale amministrazione ne ignora l’esistenza ed è impermeabile a questo grave problema.
Pag. 16
Ferrara città dello sport:

come abbiamo creato comunità attraverso il gioco
Pag:17 18 19
Cosa abbiamo fatto
No Comment!
Pur essendo appasionato di Basket lo sport è un settore che conosco poco e le cui dinamiche, a partire dalla gestione Spal – CoopCostruttori, mi lasciano sempre un po’ perplesso.
Credo che nel settore giovanile ci sia molto volontariato vero e non inquinato da logiche di potere.
Pag. 20
Ferrara città della cultura:

come abbiamo sviluppato e incentivato cultura diffusa e creatività
Pag. 21 22 23
Cosa abbiamo fatto
In questo settore, importantissimo per una città come Ferrara, emerge in modo più che preoccupante l’assenza di un progetto e di un filo conduttore che uniscano e coinvolgano i cittadini su obiettivi condivisi.
A Ferrara spesso nascono buone idee che purtroppo non riescono ad essere autonome rispetto alla piovra politica che le fagocita e le scarnifica della necessaria indipendenza.

Il risultati sono, ad esempio, degli ibridi come Grisù, il futuro ex Teatro Verdi, Wundercammer che non godono, e non godranno mai, di una reale autonomia amministrativa e gestionale in quanto si muovono ed operano in un quadro protetto ed avulso dalle reali dinamiche di mercato.
Non parliamo poi di Musei, Teatri e di luoghi di crescita culturale, ad esempio per i giovani, settori questi in cui la tanto decantata creatività lascia il posto alla consuetidinaria gestione del bene comune.
Su questo tema e sulla parola “consuetudine” tornerò in un articolo dedicato a questo argomento.
Pag. 24
Ferrara città smart:
come abbiamo progettato una città innovativa
Pag. 25 26 27
Cosa abbiamo fatto
Basta chiedersi e chiedere ad un normale cittadino di Ferrara, ad un turista e a uno studente che comminano per Ferrara chiedendo loro se sono a conoscenza del wi-fi libero di cui Ferrara si è dotata per avere l’idea di quanto la città di Ferrara sia davvero smart!
A te stesso e agli stessi cittadini poi prova a chiedere cosa pensano della posa della fibra ottica attualmente in atto e quale sia il primo pensiero che balza alla mente.
Se tutto funziona come e l’applicazione  del wi-fi libero e la relativa comunicazione ai cittadini e la posa dei cavi vi lascio immaginare il tipo di professionalità che ne può derivare.
Pag. 28
Ferrara città verde:
come abbiamo pensato al benessere dei cittadini

Pag. 29 30 31
Cosa abbiamo fatto
Il paradigma di questo settore è la definizione del concetto di “Tariffazione Puntuale” che sarebbe intervenuta con un tipo di raccolta che dovrebbe essere, “Puntuale” conseguente alla diffusione delle calotte per la raccolta dell’indifferenziata.
Basti dire che il concetto di “puntuale” dovrebbe comportare una misura appunto “puntuale” del rifiuto conferito effettuando una misura precisa con una ben definita unità di misura che tipicamente potrebbe (dovrebbe) essere il peso in ettogrammi e/o in chilogrammi, invece si usa come “indefinita” unità di misura il litro.
Non solo, la vera unità di misura a Ferrara è diventata il volume della calotta espresso in 30 litri a conferimento che è difficile da convertire in peso puntuale in quanto ogni materiale ha una sua specifica densità.
Da notare che Hera basa le sue trionfali statistiche sull’andamento della raccolta rifiuti sul peso espresso in tonnellate e non in volumi!
Tralasciamo poi il fatto che il controllo da parte di questa amministrazione sul comportamento di Hera è totalmente assente, ad esempio questa mattina mercoledì 10 Aprile 2019 alle ore 11, a Ferrara Città dell’UNESCO nessuno è ancora passato a ritirare i sacchi di plastica in centro storico ed in particolare in Via Bersaglieri del Po, Via Canonica, Via Degli Adelardi e in Via Voltapaletto.
Pag. 32
Ferrara, città che si muove:
come abbiamo lavorato per avvicinare le persone e i territori
Pag. 33 34 35
Cosa abbiamo fatto
In questo settore ci sono solo ed unicamente buchi neri sia a Ferrara sia in provincia.
Infatti in questa parte del documento di Fine Mandato sono citate solo attività che non riguardano la mobilità ma tutt’altro spesso elencando opere incompiute e cantieri ancora aperti che nulla hanno a ché fare con la mobilità.
Pag. 36
Ferrara città rigenerata:
come abbiamo pianificato la Ferrara dei prossimi anni

Pag. 37 38 39
Cosa abbiamo fatto
No Comment!
Devi solo leggere questa sezione per convincerti che gli asini davvero volano e i ragli ai buchi neri sono tutti tuoi in quanto cittadino.
Pag. 40
Ferrara città del patrimonio:
come abbiamo pianificato la Ferrara dei prossimi anni

Pag. 41 42 43
Cosa abbiamo fatto
In questo settore ci sarebbe da controllare con maggiore attenzione su come vengano concepiti i bandi di gara e le determine in modo da rendere possibile prima di tuuto al conoscenza di questi ai cittadini e a tutte le entità interessate a partecipare.
Basta andare nel sito sulla trasparenza negata ora degnamente rappresentato dal sito dell’albo pretorio del Comune di Ferrara e tentare una qualsiasi ricerca per restare ampiamente delusi: http://albonline.comune.fe.it 
La ricerca non funziona da parecchio tempo!
Prova, ad esempio a seguire i link proposti da questa pagina per trovarti in difficoltà e non riuscire a fare nessun tipo di ricerca!
Pag. 44
Ferrara città che produce:
come abbiamo lavorato per una città a musira di lavoro
Pag. 45 46 47
Cosa abbiamo fatto   
In questo settore il Comune di Ferrara e la Provincia hanno fatto quasi nulla, infatti la sezione riporta solo iniziative eseguite e messe in campo dagli imprenditori.

Per i Buchi neri ti rimando ad un successivo articolo.


<

p style=”text-align: center;”>[YUMPU epaper_id=62609427 width=”512″ height=”384″]
20190401_bilancio_mandato_2014-2019

,

By  



0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
0
Would love your thoughts, please comment.x
Vai alla barra degli strumenti