A Muso Duro, Cio.Fé.Ca, Co.Ci.Farò, Documenti, Ferrara in comune

Fé.ris & PUG – Pare che gli asini volino ancora

23 Feb , 2023  

E se ad aver ragione fossero quegli asini di cittadini che, seppur mai coinvolti, si permettono di protestare?
———-
In città succedono cose strane:

  • troppe zone d’ombra tra Fé.ris & PUG,
  • dichiarazioni (fuori luogo e fuori contesto?) di Marco Da Dalto
  • su di un progetto problematico che coinvolge aspetti globali e trasversali a tutta la popolazione e a tutto il territorio
  • e su cui a decidere non deve essere il privato (committente)!

Documenti alla base di questo articolo:
PUG:

  1. Ferrara – All. B_Documento Strategico.pdf
  2. Ferrara – All. A_Verso il Documento Strategico.pdf
  3. LEGGE REGIONALE 21 DICEMBRE 2017, N.24.pdf
    Legge Regionale che, di fatto, istituisce il PUG
  4. Documento su Fé.ris & PUG de: Il responsabile del progetto Marco Da Dalto
    pubblicato in data 15/02/2023 (qui il documento in pdf tratto dal sito 1l 17 02 2023)

Fé.ris:

  1. All 0 Bozza accordo ex art 11 ARCO e RNH.pdf
  2. Gli altri documenti del Fé.ris si trovano qui

Nei giorni scorsi ho partecipato:

  1. ad alcuni incontri dei comitati che si oppongono al Fé.ris
  2. al flash-mob in Via Scandiana il 4 febbraio
  3. al convegno pubblico Il cambiamento climatico nelle città e il ruolo della pianificazione urbana
  4. all’evento ASCOM Confronto sul Pug nella sede di Ascom Ferrara

In ognuno di questi documenti e di questi incontri ho riscontrato incongruenze, discordanze che cercherò di mettere in rilievo nelle mie seguenti argomentazioni:

Il PUG del comune di Ferrara sembra più un programma elettorale che un vero e proprio documento tecnico.
Si sa che la caratteristica principale dei programmi elettorali, per quanto pieni di buone intenzioni non sempre condivisibili, è quella di essere disattesi.
Ma qui stiamo parlando di ambiti come quello edilizio, del territorio, dell’ambiente e della sostenibilità ambientale che comportano investimenti di notevole valore con tutto quello che, nel bene e nel male, ne consegue. Per cui non possono, e possibilmente non devono, esistere zone grigie in cui si possa inserire la mala gestione o peggio gli interessi di dubbio tenore etico/morale.
Ad esempio, il PUG di Ferrara non riporta e non cita mai né la scheda dei vincoli né la tabella dei vincoli e tanto meno un qualsiasi tipo di prescrizione per cui, di fatto, il documento è incompleto e forse neppure in regola con quanto richiesto dalla legge LEGGE REGIONALE 21 DICEMBRE 2017, N.24.pdf.
Le tabelle e le schede dei vincoli esistono ma sono datate, sono da aggiornare e soprattutto andrebbero citate anche nel PUG in modo diretto e non solo occasionalmente in qualche pagina web con la dicitura “piano urbanistico vigente”.
Inoltre, nel PUG del comune di Ferrara la parole prescrizione, non esiste!
Il documento di Marco Da Dalto sul Fé.ris del 15 febbraio 2023 “nell’ultima versione” (la sua) inserisce poi nuovi elementi su di un fantomatico Accordo di programma relativo a 5 aree che, in base ai dati in mio possesso non è mai stato discusso né condiviso con il Consiglio Comunale né con la “cittadinanza nel corso degli ultimi mesi di dibattito”.

In questa ottica consiglio vivamente agli amministratori di Ferrara e ai tecnici di prendere visione del PUG del Comune di Bologna e del PUG dell’Unione dei Comuni Valli e Delizie ARGENTA, OSTELLATO ePORTOMAGGIOREdelle con relative Schede e Tavole dei vincoli  

—————
Per quanto riguarda invece i due incontri di Fè.ris non si è proprio parlato o meglio:

  1. nel convegno pubblico Il cambiamento climatico nelle città e il ruolo della pianificazione urbana
    che era, in qualche modo inserito nel più ampio contesto dell’Usage project di cui Ferrara fa parte non se ne è proprio parlato e un po’ me ne sono pentito in quanto, anche se è vero che di persone che contestano il Fé.ris ce n’erano parecchie e quindi anche loro avrebbero potuto chiedere ragguagli, io per primo non ho chiesto come si potesse semplicemente raccordare quello che i relatori ci avevano illustrato con il PUG e con il Fé.ris.
  2. quello che invece è capitato nell’evento ASCOM Confronto sul Pug nella sede di Ascom Ferrara non ha un senso logico, è stato indelicato, increscioso e decisamente scorretto:
    qualcuno aveva concordato col dirigente del comune che, durante l’incontro, non si sarebbe dovuto e potuto parlare di Fé.ris e quindi, in derivata un’altra signora che aveva posto la questione prima di me e io stesso siamo stati, sulla questione Fé.ris, letteralmente bannati e non abbiamo ricevuto risposte in merito al Fé.ris stesso.
    Questo come se PUG & Fé.ris non fossero in qualche modo legati e come se gli associati Ascom, in prevalenza piccoli commercianti, non stessero vivendo una situazione particolarmente drammatica anche per scelte come quelle di ampliare in modo esagerato la presenza di medie e grandi strutture di vendita. Queste strutture uccidono i negozi di vicinato non solo della città ma anche quelli delle frazioni, delle periferie e delle cittadine vicine.
    Ironia della sorte qualcuno dell’Ascom, se non ricordo male nelle premesse alla descrizione del PUG, aveva fatto persino cenno all’importanza della piccola distribuzione che, con la sua presenza ha consentito e contribuito a superare la crisi pandemica.
    Sullo stretto legame che collega il Fé.ris e PUG pubblicherò un articolo dedicato.

By  



0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
0
Would love your thoughts, please comment.x
Vai alla barra degli strumenti